Come pagare i debiti?

Come pagare i debiti?

Soluzioni pratiche per pagare i debiti.

Se stai leggendo questo articolo è perché qualcosa ti preoccupa davvero. Non quella preoccupazione banale, ma una preoccupazione che non ti fa dormire di notte. La ragione per cui scriviamo oggi un articolo su come pagare i debiti è perché riteniamo questa domanda strettamente connessa al tema di questa rubrica: come risparmiare.

Cerchiamo dunque di spiegarti, in modo semplice, come pagare i tuoi debiti ed uscire dall’ansia.

Che cosa vuol dire fare debiti?

Diamo subito una definizione, o meglio: chiariamo subito che cosa intendiamo per “fare debiti”. La risposta è molto semplice di per sé. Fare debiti significa far uscire più soldi di quanti ne escano.

Fare debiti significa far uscire più soldi di quanti ne escano.

Fare debiti è sempre una cosa strettamente personale. Chi fa debiti, e non riesce a gestirli, è solo o (certamente) si sente solo. Spesso, è imbarazzata/o: probabilmente lo sei anche tu, ora. La paura di non farcela, oppure la paura di essere giudicato come quella/o che non è in grado di tenersi stretti i propri soldi, nonostante gliene entrino.

Perché è poi questo, per le persone, il fattore scriminante: sono sempre tutti pronti a giudicare quelli che -pur entrando soldi nelle loro tasche- non sono in grado di gestirli.

Ma sappiamo che spesso quando le uscite sono maggiori delle entrate non è necessariamente colpa nostra. Può esserlo, ma non è necessariamente così.

Possiamo dire dunque, come primo passaggio, che avere debiti è una questione privata. Per le ragioni che abbiamo detto sopra.

Ma questo non basta.

E sai perché? Perché rischiamo di perderci un aspetto che, oltre ad essere fondamentale, deve essere indicato per primo. E cosa? In inglese, coloro i quali spendono tantissimi soldi in vestiti ed acquisti in generale vengono chiamati shopaholic. Alcoolisti dello shopping.

Non ti fa riflettere? A me, sì. Perché dice una verità: fare debiti è una dipendenza

Fare debiti è una dipendenza.

Come per le dipendenze più famose, quel che imprigiona è in verità l’illusione che droga, caffè, alcool, sigarette, farmaci, shopping possano procurare un piacere genuino. Non hai mai notato che i fumatori vivono nella convinzione che le sigarette in verità li aiutino a rilassarsi? Quando, invece, è noto che le sigarette abbiano l’effetto contrario.

Ecco che hai compreso l’essenza di quello che volevo dirti: la ragione per cui fare debiti deve essere definita come una dipendenza è proprio questo.

Fare debiti ti offre un sollievo vero ed intenso, ma solamente parziale e temporaneo.  Un po’ come quando ti cavi delle scarpe particolarmente strette.

Fumare è come spendere troppo. Lo stesso identico meccanismo.

L’illusione della persona è quella che spendere eccessivamente ci faccia stare bene -ci gratifichi- mentre in verità ci fa solamente assaporare ciò che sempre provano le persone libere dai debiti. Devi pensare infatti che quando spenti la tua mente dimentica per un momento che non ti puoi in verità permettere ciò che stai acquistando e -in quel momento, quando strisci la carta di credito- provi la stessa identica sensazione di libertà e sicurezza che chi ha debiti prova sempre e per sempre.

Ma, come nelle favole, quell’idea svanisce dopo poco e viene invece sostituita da diavoli: l’infelicità ed il senso di colpa. Perché? Beh.. perché banalmente ti trovi più indebitato di prima. Ma essendo tu convinta/o  che l’unica cosa che possa farti stare bene (almeno per un po’, pensi) sia quello di spendere in quel preciso momento, allora continui a farlo. Continui a spendere.

E hai capito già come funziona la storia: più cresce la tua illusione che spendere eccessivamente ti dia piacere e sostengo, e più il giogo di prende e vieni trascinato giù nel vortice dei debiti e della infelicità.

La disperazione che causano i debiti  una delle condizioni umane peggiori e più devastanti che ti possano capitare. E nascono direttamente e solamente dall’uomo stesso. Abbiamo visto che, come tutte le dipendenze, inizia piano piano per poi svilupparsi velocemente. Si passa così dalla sensazione di avere tutto sotto controllo fino alla disperazione.

Sto parlando di una sensazione che hai provato anche tu? Se stai leggendo questo articolo, con una intensità magari diversa (a seconda del tuo caso particolare) ma posso scommetterci che sì. Che sta capitando anche a te, di stare male per i debiti.

Quella terribile sensazione di sprofondare poco a poco, senza una via d’uscita. E non avere la forza per farlo.

Ti capisco benissimo.

Ma non sei sola/o.

Non importa che il tuo caso è particolare: ne sono convinto, quindi non perdere nemmeno tempo a spiegarmi o a giustificarti. Va bene uguale. Non ti chiedo di spiegarmi, né di credermi. Non è mia intenzione forzare il tuo pensiero, assolutamente. Ti chiedo solamente di aprire la tua mente.

Non credo sia per te un problema: sono assolutamente convinto che tu sia una persona dalla mente aperta.

Allora seguimi nel ragionamento: lo sai che lo puoi fare.

Ma prima fammi ripetere una cosa, certamente banale ma che per qualcuno può essere importante: quando capirai che il tuo spendere in verità non ti dà alcun piacere reale, e che non è un vero sostegno, capirai che non c’è niente di sbagliato in te che ti abbia trascinato fino a qui. Dunque sarai in grado di uscirne facilmente, da solo, e senza sofferenza.

Magari sei sottopagata/o e quindi più facilmente esposta/o all’indebitamento. Ma sappi che le persone più indebitate, e fai bene a credermi, sono le persone più ricche. La ragione, che è nella leva, te la spiegherò nel prossimo articolo che ti ringrazio se leggerai.

Ma sappi che, anche se c’è qualcosa dentro di te che ti spinge a essere vulnerabile ai debiti, c’è comunque qualcosa in te che ti permetterà a breve di uscirne completamente e senza sforzi.

Grazie per avermi letto fino a qui.

Continua a seguirmi nella seconda puntata di questo corso su come pagare i debiti.

 

Leave a Reply